Fra’ Innocenzo

Cari amici,
è con vero piacere che aderisco alla richiesta, rivoltami nella mia ultima passeggiata a Francavilla da alcuni soci fondatori, di collaborare al sito dell’ Associazione Culturale “La Bottega delle Idee”. Sono un figlio di Francavilla, sono orgoglioso di esserlo e tuttora mi sento francavillese, anche se la vita, lo studio e la mia professione da anni mi tengono lontano dal paese natìo. Ben vengano dunque queste iniziative, che, aldilà dei propri illuminati scopi istituzionali, permettono a tutti noi, che per una ragione o per l’altra siamo dovuti partire, di sentirci ancora parte integrante della comunità francavillese.
Non mi dilungo e mi appresto a portare una mia testimonianza a tutti voi, che, se documentata, ritengo sia degna di ulteriori indagini. Circa un anno fa, trovandomi in quel di Baronissi, decisi con mia moglie di andare a visitare il Convento Francescano “SS.Trinità”, che domina la cittadina dall’alto di una collinetta. Fummo accompagnati nella visita da un addetto, molto gentile e cordiale, che ci forniva tutte le notizie storiche e culturali, relative alle varie sale. Giungemmo infine alla Sacrestia dove sono conservati armadi in legno del 1648, intagliati e decorati con ricercata abilità e fine senso artistico. Ebbene, di lì a poco ci sentimmo dire che il maestro di tali vere e proprie opere d’arte era stato un certo Fra’ Innocenzo da Francavilla sul Sinni! Una piacevole sorpresa che ci riempì di giustificato orgoglio! La notizia mi sembrò subito veritiera, se si pensa che il trattamento del legno vanta nel nostro paese un’antica tradizione e senz’altro
stimolò il “certosino” lavoro di intaglio degli stessi monaci, le cui opere erano indubbiamente presenti nella stessa Certosa di Francavilla, anche se poi andate perdute con la sua distruzione, avvenuta tra il 1808 e 1812 per mano di Gioacchino Murat. La notizia, ripeto, va verificata e, se accertata, meritevole di doverosi approfondimenti, se non altro per rendere giustizia al nostro Fra’ Innocenzo, tanto bravo quanto poco conosciuto.
Un affettuoso saluto a tutti.
Nicola Vitola

Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...